TRATTAMENTI MEDICI

 

 

TRATTAMENTI CORPO

EPILAZIONE LASER LUCE PULSATA

RIMOZIONE TATUAGGI

LIPOCAVITAZIONE

MESOTERAPIA-LIPODISSOLVE

RADIOFREQUENZA

SCLEROTERAPIA (CAPILLARI)

CELLULITE E MESOTERAPIA

CAPELLI (DIRADAMENTO)

CAPELLI SUBITO (FIBRE)

 

TRATTAMENTI VISO

FILLER ACIDO IALURONICO

BOTULINO

RIMODELLAMENTO LABBRA

RIMODELLAMENTO VISO

BIOSTIMOLAZIONE

FILI TRAZIONE LIFTING

DERMOABRASIONE

PEELING

ELETTROPORAZIONE

IPERIDROSI

MACCHIE VISO

RADIOFREQUENZA

 

TARIFFARIO E COSTI

 

 

Home Appuntamenti Dove siamo Costi Faq

 

AUTOTRAPIANTO DI CAPELLI

La calvizie o Alopecia indica una carenza o assenza dei capelli; pertanto il trapianto dei capelli serve a rinfoltire le zone dove il capello viene a mancare.

CHE COS’È L’ALOPECIA?
Esistono varie scale per misurare il grado, il livello o la gravità della calvizie.
Il trapianto di capelli può rappresentare una valida soluzione per ridurre il proprio livello di calvizie.
 


CALVIZIE ANDROGENETICA O SEBORROICA


Ne soffre circa il 70 % degli uomini dopo i 25 anni di età.
Colpisce in particolare l’uomo, è ereditaria e dipende dalla sensibilità costituzionale (genetica) dei follicoli piliferi all'azione del testosterone, gli ormoni maschili, e all’azione del diidrotestosterone; l'unica causa è la predisposizione familiare.
Lo stress è certamente una concausa insieme all'eccessiva produzione di sebo e forfora. La calvizie comincia in modo lento e progressivo, con l'arretramento della linea di attaccatura dei capelli a livello frontale; il capello riduce la sua fase di crescita (fase anagen) e può arrivare a vari livelli di gravità per poi stabilizzarsi.
Una soluzione per bloccare o rallentare il decorso della calvizie è l'uso di una terapia a base di prodotti farmacologici, prescritti dal proprio medico. Se si desidera ridurre gli effetti della calvizie si può ricorrere al trapianto di capelli.
Più ampio e profondo è l’arretramento, più rapido e grave sarà il livello della calvizie.
Viene quasi sempre risparmiata una corona di capelli posteriore e laterale alla nuca ed alle tempie. Per questo per il trapianto di capelli vengono prelevati i follicoli dalla nuca (zona donatrice), perché questi non sono soggetti alla calvizie presente in altre zone della testa.



CALVIZIE FEMMINILE
Anche la donna con l'avanzare dell’età va incontro ad un diradamento fisiologico.
Talvolta però si può presentare una forma di alopecia androgenetica ereditaria, perciò anche la donna può sottoporsi ad un trapianto di capelli (calvizie o alopecia femminile).
La perdita per la donna è lenta, ma il diradamento rispetto all’uomo è più diffuso.
All'origine di questa disfunzione ormonale possono risultare alcuni fattori: dieta sbagliata, allattamento, menopausa, stress, terapie particolari, disturbi dell'apparato ovarico e dei surreni, ma spesso è dovuta all’aumento di produzione di ormoni maschili.

DIVERSI GENERI DI CALVIZIE


CALVIZIE AREATA
La calvizie areata (o Area Celsi) è ereditaria ed è causata da un disturbo del sistema immunologico.
Si manifesta nei giovani con chiazze di forma tondeggiante od ovale e può estendersi all’intero cuoio capelluto.
Spesso regredisce completamente in pochi mesi ma in taluni casi si stabilizza per tutta la vita o si ripresenta saltuariamente. La percentuale dei casi in cui si stabilizza per tutta la vita è bassissima (1 o 2 %) e per questo l'unica soluzione possibile è il trapianto di capelli.

CALVIZIE DA CARENZE ALIMENTARI
Calvizie causata da una forte carenza di vitamine, proteine, aminoacidi o oligoelementi minerali.

CALVIZIE CICATRIZIALE
Nel cuoio capelluto i follicoli piliferi possono scomparire in seguito ad ustioni, incidenti stradali, tricotillomania, asportazioni di tumori, infezioni micotiche (funghi)

CALVIZIE REVERSIBILI
Possono verificarsi forti cadute dei capelli, che generalmente regrediscono in modo spontaneo, a seguito di stress, stati febbrili, parto, interventi chirurgici, terapie con farmaci chemioterapici.



TERAPIA MEDICA
Il medico può prescrivere dei farmaci anti-androgeni, capaci di ridurre la trasformazione dell’eccesso di testosterone in diidrotestosterone, quali la finasteride (possibilità di disturbi della sfera sessuale e riproduttiva), la serenoa repens detta anche saw palmetto o palmetto nano ed il minoxidil.
Sono anche spesso consigliati degli integratori alimentari ricchi di aminoacidi, vitamine e minerali.

Esiste anche una nuovissima tecnica detta "Mesoterapia Tricologica" che stimola la crescita e il 'risveglio' di bulbi in stadio Telogen ovvero capelli in fase quiescente con bulbo atrofico. Consiste nel praticare microiniezioni nel cuoio capelluto, il trattamento si svolge in pochissimi minuti ed è totalmente indolore.

INDICAZIONI ALL’INTERVENTO
L’intervento è sconsigliato fino ai 18/20 anni, poiché la calvizie non ha ancora completato la propria progressione.
Nei soggetti predisposti alla calvizie lo si consiglia, invece, anche in forma preventiva di una calvizie totale per allontanare, attraverso progressivi rinfoltimenti programmati, l’età nella quale la propria immagine sia definitivamente connotata dalla testa calva.

Come indicazioni all’intervento avremo:
diradamento di capelli
fronte troppo alta
cute visibile sotto i capelli
effetto “bambola” di precedenti operazioni chirurgiche
calvizie e alopecia androgenetica
desiderio di correggere forti stempiature o la chierica.
cicatrici a livello del cuoio capelluto.


VISITA
Durante la visita con lo specialista in chirurgia estetica dei capelli verrà esaminata la zona diradata o soggetta a calvizie. Il chirurgo valuterà con il paziente che tipo di rinfoltimento potrà essere fatto e quante sedute sarà necessario eseguire per ottenere un buon risultato. Si dovranno valutare lo spessore dei capelli, la densità della zona donatrice, l'attaccatura della nuova linea frontale, la fisionomia e lo stadio della calvizie.
La valutazione dell’estensione della zona calva da coprire e della densità e qualità dei restanti capelli spetta al chirurgo.
Sono esclusi dall’autotrapianto di capelli gli stadi sesto o settimo della classificazione di Norwood, cioè quando la calvizie è molto grave e molto estesa, quindi quando il rapporto tra zona donatrice e superficie calva non consente l’intervento.
E’ sempre meglio eseguire il trapianto dei capelli dopo i 24-25 anni quando l’evoluzione della calvizie appare stabilizzata.
Il chirurgo prescriverà alcune indagini cliniche per accertarsi del corretto stato di salute del paziente. Quindi la settimana prima dell’operazione, non si dovranno assumere farmaci che contengano acido acetilsalicilico (Aspirina) ed altri composti che possano aumentare il rischio di sanguinamento nel corso dell’intervento.

IL TRAPIANTO FOLLICOLARE MONOBULBARE F.U.E.
Il trapianto follicolare FUE viene effettuato mediante un microaspiratore monobulbare con un microbisturi circolare detto "punch", in grado di prelevare uno o due bulbi dalla zona donatrice.



COMPLICANZE
L’utilizzo di capelli “donati” dallo stesso individuo esclude, a priori, qualsiasi rischio di rigetto. La tecnica migliore è quella dei microinnesti o FUT (Follicolar Unit Transplantation), nella quale il capello viene espiantato con un “cilindretto" di cuoio capelluto, una piccola “zolla” di cute donatrice, che favorisce l’attecchimento del follicolo, la “radice” trasferita, senza dividere i bulbi collegati tra di loro: con la tecnica dei microinnesti l’intervento è garanzia sicura di rinfoltimento.

POST-OPERATORIO
Un certo grado di gonfiore alla fronte ed alle palpebre sarà presente nei 2-3 giorni successivi, che gradualmente scenderà in basso alle guance, per scomparire nel giro di 7 giorni. Nel frattempo si possono già lavare i capelli 1-2 volte alla settimana. Durante questo periodo sono comunque da evitare sport o attività che potrebbero, con un urto o sfregamento della testa, nuocere all’attecchimento dei bulbi.
Dopo l’intervento si formano delle piccole croste in corrispondenza degli innesti, le quali cadranno in 20 giorni, così come i capelli trapiantati. Tuttavia ciò non deve destare preoccupazione, perché si tratta di una normale reazione fisiologica; entro 3/5 mesi il follicolo ricomincerà il suo normale ciclo di vita, che sarà permanente e durerà per tutta la vita del soggetto.

Una volta trapiantati nella zona calva i capelli trapiantati non si assottigliano più, perché non sono sensibili agli ormoni e non sono quindi colpiti dalla calvizie; i capelli trapiantati si comportano come capelli normali e si rinnovano periodicamente.

RISULTATO
I capelli reimpiantati nella nuova sede seguiranno esattamente il verso di crescita appropriato. Inoltre si eviterà l'effetto "bambola" dovuto al trapianto di più bulbi nella stessa sede. Il rinfoltimento, poi, sarà studiato accuratamente per ciascuno e non standardizzato. La ricrescita avverrà in circa 4-9 mesi fino ad oltre un anno.

AUTOTRAPIANTO DI CAPELLI
Cura della calvizie

Attualmente viene utilizzato il micro autotrapianto follicolare FUSS ovvero il trapianto dei singoli follicoli piliferi (contenenti da uno a quattro bulbi) detti anche microinnesti, l’effetto finale risulta molto naturale.
Un’innovativa tecnica che consente in sole 3-4 ore di intervento di impiantare aree calve, anche molto estese (1.200-2.200 bulbi). L’attenta programmazione pre-operatoria consente risultati naturali, rapidi e duraturi, senza cicatrici visibili.

Gli innesti vengono inseriti in micro-incisioni effettuate con uno speciale ago, profonde 4-5 mm distanti tra loro 2-3 mm.
Per ricostruire la linea frontale, la più importante dal punto di vista estetico, si trapiantano singoli bulbi.
La linea più anteriore, richiede l'inserimento di singoli bulbi dentro minuscoli forellini larghi meno di 1 mm ottenuti con uno speciale ago.

Si creano così 2-3 linee dietro le quali sono poi collocate varie file di micro-innesti "slit", cioè innesti contenenti 2 bulbi, introdotti attraverso fessure di 2-3 mm ottenute con lame microchirurgiche. Più indietro sono collocati innesti leggermente più grandi mini-innesti, contenenti 3-4 bulbi anch'essi introdotti attraverso microincisioni. Tutti gli innesti sono collocati in modo che i capelli crescano con lo stesso orientamento dei capelli ancora presenti nella zona. Nella parte anteriore sono disposti con un'inclinazione in avanti di 45°.
L'infoltimento è graduale e progressivo e può richiedere varie sedute, ciascuna con l'inserimento di 1.200-2.200 bulbi (oltre i quali si allungherebbe troppo il tempo dell’intervento). La distanza minima tra un innesto e l'altro dovrebbe essere non inferiore a 2 mm.
Per ricreare l’attaccatura si deve prestare attenzione a collocare i trapianti monobulbari (1 capello) anteriormente, e quelli bi o tribulbari posteriormente ai primi, così da rendere più voluminosa la capigliatura. Questo espediente consente di scongiurare il problema dei “ciuffetti” o “capelli di bambola” molto evidenti in coloro che hanno effettuato il trapianto con tecniche meno moderne. Nel trapianto di capelli occorre sempre considerare la probabile evoluzione della calvizie, ponendo almeno il 30% degli innesti nelle zone adiacenti la parte più diradata.

› Anestesia locale
› Medicazioni 2
› Permanenza in ambulatorio  3-6 ore


COSTI
Onorario chirurgo,
compensi staff medico e paramedico,
presidi medici, materiali,
visita pre-operatoria,
reperibilità del chirurgo per le prime 24 ore, così da garantire il massimo livello di sicurezza.

TRAPIANTO DI CAPELLI prezzo: € 2.200 - € 4.000
CORREZIONE STEMPIATURE prezzo: € 2.800


I prezzi sono sempre indicativi: il preventivo specifico può essere determinato solo in sede di consulto medico con lo specialista.
Il prezzo comunicato, in sede di prima visita gratuita, rappresenta il preventivo di prezzo definitivo.


Per informazioni o per fissare un appuntamento telefonare al 3294521000

 

 
 

Per fissare un appuntamento o per conoscere le terapie o i trattamenti più adatti al tuo problema di capelli telefonare al 3294521000

Estrazione ed impianto automatizzato delle unità follicolari,....capello per capello


   CAPELLI SUBITO      Fibre Biocompatibili   ....infoltimento naturale in poche ore


   
   

 

 

 

Studio Medico Estetico AeDERMA  Via Messina N° 5, 09126  Cagliari 

 email:   studioaederma@gmail.com

Copyright © 2009-2016  AeDERMA Studio Medico Estetico, All Rights Reserved